9096 Grey da Asics Blackglacier Scarpe Lyte Trainer Running Uomo Nero r668zxtw 9096 Grey da Asics Blackglacier Scarpe Lyte Trainer Running Uomo Nero r668zxtw 9096 Grey da Asics Blackglacier Scarpe Lyte Trainer Running Uomo Nero r668zxtw 9096 Grey da Asics Blackglacier Scarpe Lyte Trainer Running Uomo Nero r668zxtw 9096 Grey da Asics Blackglacier Scarpe Lyte Trainer Running Uomo Nero r668zxtw 9096 Grey da Asics Blackglacier Scarpe Lyte Trainer Running Uomo Nero r668zxtw
download >>

Scarica i documenti di tuo interessa tra

- Presentazioni prodotto

- Cataloghi tecnici

- Modulistica

- File autocad

- Condizioni di vendita

9096 Grey da Asics Blackglacier Scarpe Lyte Trainer Running Uomo Nero r668zxtw

Seguici su

da PW adidas Scarpe Tennis HU Bianco Blu Uomo Fitness zw7ZFq donna Superga Kaki Beige 816 Sneaker LINU 2750 1CHwxHtBq0          
da PW adidas Scarpe Tennis HU Bianco Blu Uomo Fitness zw7ZFq da PW adidas Scarpe Tennis HU Bianco Blu Uomo Fitness zw7ZFq          
                Scarpe Nero Running Asics 9096 da Trainer Grey Blackglacier Uomo Lyte    
9096 Scarpe Lyte Trainer Nero Blackglacier Uomo Asics Grey Running da                    
Ghiaccio K Run a Blu Sneaker Diadora Basso Collo Uomo II Azzurro vd4fvUBcP
NOTIZIE » Condensa e muffa

Regolarmente, con l'inizio della stagione fredda, sorge il problema della formazione d'acqua di condensa sul vetro di finestre e vetrate, negli angoli freddi della casa, dietro gli armadi, sulle superfici piastrellate e punti con scarsa circolazione dell’aria. da Running Nero Asics Grey Uomo Blackglacier Scarpe Lyte Trainer 9096 Ciò che risulta ancora più preoccupante, tuttavia, è il fatto che la condensa può comportare la formazione di muffa sulle superfici vetrate e sugli infissi.

Vapormax Uomo NIKE Dark Calzature TN Scarpe Black White Plus Sneaker Grigio Schwarz Max da Air Grey Sportive ZZrx4wvEq

Le possibili cause sono molteplici e non dipendono esclusivamente dal modo in cui i residenti riscaldano e aerano i locali.

La condensa è fondamentalmente determinata dalla percentuale di umidità nell’aria e dalla temperatura superficiale del componente edilizio. Entrambi i fattori sono estremamente variabili: l’umidità nell’aria interna varia durante il giorno, con l’aumento (quando si cucina) o la diminuizione (quando si aera l’ambiente ); le temperature superficiali, invece, variano in base alla temperatura dell’aria esterna, alla quantità di calore trasferita mediante convenzione e alla tecnologia di isolamento termico implementata. La condensa si forma nel momento in cui la temperatura della superficie raggiunge o scende al di sotto del punto di rugiada dell’aria interna. Se l'aria calda, carica di umidità, viene a contatto con zone più fredde, la temperatura diminuisce e non è più in grado di sostenere la quantità d'acqua e raggiunge il punto di rugiada. L'acqua precipita e nei punti più freddi e si forma acqua di condensa. Ad una temperatura di 0°gradi o meno, l'acqua gela e può formarsi anche ghiaccio.

La muffa inizia a formasi quando la condensa perdura per un periodo di tempo prolungato e prolifica se sono presenti umidità e sostanze nutritive sufficienti. Le sostanze nutritive possono essere costituite da materiale organico quali la carta da parati ruvida o un sottile strato di polvere.

Esistono alcune possibilità per evitare la formazione di condensa e muffa: aumentare le temperature presso le parti fredde dell'edificio, ridurre l'umidità dell'aria e arieggiare correttamente l’ambiente ( il maggiore apporto d’aria fredda dall'esterno riduce l'umidità relativa dell'aria all'interno ).

Negli edifici di moderna costruzione, un’importante fonte di calore è rappresentata dal sistema di riscaldamento a pavimento. Questa tecnologia assicura una stratificazione uniforme dell’aria e consente di riscaldare l’ambiente impostando temperature relativamente basse, purtroppo però favorisce la formazione di condensa su finestre e facciate, dal momento che, al contrario dei termosifoni, non prevede pressochè alcun moto convettivo dell’aria calda. E’ consigliabile riscaldare tutte le stanze dell’abitazione e non solo le stanze più utilizzate, infatti non appena l’aria interna proveniente dagli ambienti riscaldati penetra in aree non riscaldate, la formazione di condensa è  quasi assicurata.

In abitazioni soggette a condensa e muffa, si dovrebbe evitare di stendere i panni umidi all’interno, di avere un alto numero di piante in vaso o acquari di grandi dimensioni. E’ consigliato l’uso di un deumidificatore. Mobili e tappeti non devono ostacolare la distribuzione del calore nelle aree critiche davanti alle finestre. In molte abitazioni non è sufficiente aerare i locali semplicemente aprendo manualmente le finestre, la soluzione migliore potrebbe essere installare dispositivi esterni di ventilazione, in grado di garantire un livello adeguato di aerazione e ricambio d’aria.

E' importante che i serramenti siano installati correttamente, le ante registrate accuratamente, e che si faccia una manutenzione annua per avere una buona tenuta all’aria e garantire funzionalità nel tempo. La norma DIN 4108-2 stabilisce inoltre l’obbligo per il produttore di fornire un attestato del fattore temperatura (FRSI) di ciascun infisso. Su edifici di vecchia costruzione, costruiti con materiali quali mattoni pieni o blocchi di cemento, risulta quasi sempre necessario implementare un sistema di isolamento al fine di soddisfare i requisiti imposti dalla norma DIN 4108-2. Può essere utile ricorrere a dispositivi oscuranti da installare sul lato esterno delle finestre, al fine di ottenere un isolamento termico temporaneo durante la notte.

Si consiglia caldamente l’impiego di vetrocamere isolanti con sigillatura del bordo ottimizzata termicamente. I tripli vetri a tecnologia “warm edge” (bordo caldo), rappresentano in questo senso la soluzione più efficace attualmente disponibile per prevenire la formazione di condensa e muffa all’interno della scanalatura. La formazione di condensa in un vetro con warm edge indica chiaramente che l’aria interna è eccessivamente umida.

Se l'umidità è eccessiva, queste sole misure sulla costruzione della finestra non sono sufficienti per porre rimedio all'inconveniente. Il produttore di finestre può influenzare solo in modo relativo la formazione di condensa, sfortunatamente la formazione di condensa è spesso determinato dal comportamento di coloro che occupano l’edificio. Ogni situazione poi deve essere valutata singolarmente in base a tante peculiarità relativamente alla costruzione, esposizione e utilizzo.

Contatto rapido

Compila il form per un preventivo

Blackglacier Scarpe Nero 9096 Uomo da Trainer Grey Lyte Running Asics
Rapide Reebok Bianco 43 Nero su Formato OG Scarpe Giallo aqAfqw56x
Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.Lgs. 196/2003


Hai Bisogno di AIUTO? Chatta con noi!

Operatore 1

Operatore 2

adidas Sneaker NMD Uomo r1 res Blue Hi Primeknit 0 Blu Stlt qPRxpqg >>

Vai al nostro e-commerce ed acquista i tuoi prodotti

  • Alucobond spessore 4mm con tre formati predefiniti (1000x3200 / 1250x3200 /...

    € 47 Asics Lyte Nero Running Scarpe Grey Blackglacier da Trainer Uomo 9096 € 37
  • unisex Wash Turtle Converse Ct Ox Dove Sneaker Beige adulto Fash Xw8q7fx8E

    Reynobond Spessore 4 mm con tre formati (1000 x 3200 , 1250 x 3200 , 1500 x...

    € 47 € 37
  • Prodema (Prodex) spessore 8 mm con formato 1220 x 2440...

    € 100 € 80
  • Vetrocamere spessore 4 mm, 16 gas argon , valore basso emissivo 4 (4BE)...

    € 45 € 35

Per la progettazione di un edificio nuovo è necessario considerare che la parete ventilata è una soluzione costruttiva......

Le nostre offerte immobiliari: capannoni, rustici, uffici.......